Il 31 dicembre dalle ore 13
Teatro Studio Krypton metterà on line sul canale YouTube di TS Krypton
due nuovi video prodotti dalla compagnia grazie al cofinanziamento
di Inverno Fiorentino
rassegna del Comune di Firenze

Continua il viaggio di Krypton nel digitale!
Dopo LABORATORIO DI RICONOSCIMENTO DEI LIMITI UMANI
con le opere video F.A.M.E. VR e NEL CANTO DELLA BALENA,
Krypton ripercorre 40 anni di ricerca con due nuovi video per Inverno Fiorentino
con un progetto dal titolo ALLA VELOCITA’ DELLA LUCE/ PAROLE e VISIONI dal PIANETA TEATRALE KRYPTONI.
I titoli sono mutuati da due pubblicazioni uscite per Titivillus:
KRYPTON Teatri di luce / spazio corpo tecnologia di Giancarlo Cauteruccio del 2010 e Architetture di Luce / il Teatro Architettura di Giancarlo Cauteruccio scritto da Pietro Gaglianò nel 2014 per la collana Le mostre

ARCHITETTURE DI LUCE

Giancarlo Cauteruccio dialoga col critico e curatore d’arte contemporanea Pietro Gaglianò in questo video filmato da Cesare Baccheschi. L’artista ed il critico, entrambi provenienti da studi di Architettura, analizzano il percorso di Krypton dagli anni ’80 ad oggi attraverso immagini e video dagli archivi della compagnia. Le numerose opere di Teatro/Architettura prodotte negli anni, costituiscono il supporto per raccontare, in particolare ai giovani, una realtà artistica che ancora oggi prosegue con successo il suo iter poetico e progettuale. Gaglianò e Cauteruccio prendono in esame il lavoro di ricerca sullo spazio urbano e sull’architettura. Un’esperienza che continua parallelamente alle opere per il palcoscenico.
Si tratta di un terreno di indagine da cui origina per il regista  il percorso per sviluppare l’idea di Teatro dei Luoghi che ha posto al centro della sua ricerca per attivare azioni d’arte nella città contemporanea. Come scrive Pietro Gagliano nel suo libro “Condizioni fisiche, ma soprattutto temporali, fanno del teatro architettura un’esperienza diversa dal lavoro in palcoscenico, più vicina a quella delle arti visive, un vero e proprio incrocio di discipline e arti. Il teatro di Krypton è sempre architettura, intesa come proiezione di uno spazio, di quell’alchimia che trasforma l’idea in disegno bidimensionale, e il disegno in spazio abitabile, percorribile. Al tempo stesso le opere di Teatro Architettura contengono, irriducibile, il meccanismo propulsore del teatro e ne condividono processi e strumenti, essendo, negli esiti formali, spettacolo teatrale allo stato puro”.

TEATRI DI LUCE

Giancarlo Cauteruccio ripercorre oltre quarant’anni di sperimentazione teatrale in cui ha attraversato il mondo della creazione contemporanea con una forte visione interdisciplinare, sovvertendo i codici della tradizione teatrale e creando nuovi alfabeti e nuovi processi dell’arte scenica. Dagli esordi, quando la critica nazionale individuò nel lavoro di Krypton i tratti caratteristici della “Nuova spettacolarità”, Cauteruccio non ha mai cessato di indagare le forme di un teatro possibile che si confrontasse con la tecnologia, lo spazio, il corpo, la parola. Il regista ricostruisce in questo video un viaggio intenso e denso dentro il rapporto tra Teatro – Arte – Tecnologia, supportato da una composizione visuale realizzata da Massimo Bevilacqua che sfrutta antiche diapositive digitalizzate e vecchi filmati dell’archivio Krypton per l’occasione. Il racconto del complesso, poliedrico e multiforme iter di Krypton da quarant’anni nello spazio scenico mette in evidenza l’originalità ed il forte aspetto sperimentale ed innovativo di una formazione artistica che ha segnato storicamente la seconda avanguardia italiana.